L’occhio dei barbagianni

L’occhio del barbagianni, Guido Ceronetti, Adelphi, 2014

ceronetti

I barbagianni si insediano in un habitat scelto e proteggono dagli attacchi intrusivi e distruttivi. Scrutano nell’oscurità. Simboleggiano la mente critica. L’ecosistema dei barbagianni, metaforicamente nel libriccino, è la società nei pensieri che vengono liberamente ispirati da stati dell’individuo mischiati a richiami culturali e fenomenologie.

Questo è un piccolo libro, scritto del “filosofo ignoto” composto di 134 brevi frammenti meditativi.

79

“La sfida della scienza alla filosofia è questa: – fatti mia serva se vuoi sopravvivere -. Per restare libera e non doversi umiliare la filosofia si ritira nell’ombra e aspetta che tornino come proprio futuro i pensatori presocratici”.

104

“Il vudù socratico: sacrificare un gallo a Esculapio per ringraziarlo di averlo guarito della vita. Inaccettabile bruttura della religione arcaica: il canto del gallo è liberazione dai demoni della notte, è gioia, è bellezza ante lucem, come si può pensare di farlo tacere? Lugubre è il paesaggio sonoro dove i galli non cantano più.”

Progetto Tris

Classi ibride e inclusione

(Risorsa Open Access da scaricare.)

Il progetto TRIS (Tecnologie di Rete e Inclusione Socio-educativa) nasce dalla collaborazione MIUR, CNR e Fondazione TIM per mettere a punto un modello didattico che risulti efficace per far fronte  a inclusione socio-educativa nelle situazioni di assenza prolungata e forzata da scuola degli studenti.

Autori: Vincenza Benigno, Giovanni Caruso, Chiara Fante, Fabrizio Ravicchio, Guglielmo Trentin

(Franco Angeli)

classi ibride inclusione